Monteforte: comunicato di De Sapio, Del Mastro e Nappi sulla discarica di Breccelle

FacebooktwitterFacebooktwitter

Bonifica dell’area di Breccelle, polemiche e precisazioni degli ex amministratori Sergio Nappi, Giuseppe Del Mastro e Rosa De Sapio. Tutto nasce da un articolo stampa, nel quale “si rilevano confusione e distorsione della realtà – si legge in una missiva dei tre politici – risulta quindi doveroso fare delle puntualizzazioni tecniche e politiche all’indirizzo dell’attuale Amministrazione che pensa probabilmente di essere ancora in campagna elettorale ed in particolare a Costantino Giordano oggi sindaco e vice sindaco nella scorsa consiliatura, nonché ai suoi neofiti collaboratori che dimostrano di conoscere molto poco delle vicende amministrative.

«L’articolo in questione fa innanzitutto confusione tra l’ex discarica di località Breccelle utilizzata sino agli anni 80 ed il sito di trasferenza ubicato altrove, sempre a Breccelle ma in altra sede e realizzato nel 2008 – scrive l’ex consigliere regionale Sergio Nappifatta questa precisazione, è necessario chiarire che il finanziamento in questione del piano bonifica della Regione Campania non può che riferirsi all’unica discarica possibile e non al sito di trasferenza che non è discarica. E’ necessario quindi aggiungere che il progetto di bonifica è opera della sua amministrazione 2008-2010, peraltro già beneficiario di due finanziamenti di opere, già realizzate: il primo di caratterizzazione e il secondo di cappaggio. Terza ed ultima tappa di tale progetto è l’impermeabilizzazione laterale: tale impermeabilizzazione già finanziata negli ultimi anni e prescritta per mancato utilizzo dei fondi, a scadenza 2016, è stata reinserita nel piano di riparto 2017».

«Se l’articolo apparso voleva informare i cittadini montefortesi dell’opera e voleva essere una giustificazione per il procrastinarsi dei lavori per l’ampliamento del cimitero comunale o alle difficoltà di varare un bilancio possibile doveva essere telegrafico e non era necessario riportare il passato in modo distorto per magnificare un presente inesistente – aggiungono gli ex assessori Giuseppe Del Mastro e Rosa De Sapioil tutto a solo scopo di propaganda elettorale e non di informazione. Al firmatario dell’articolo ricordiamo che non può scrivere di solidarietà e collaborazione tra Del Mastro assessore provinciale e Nappi sindaco di Monteforte come espressione di sudditanza del comune all’ente provincia atteso che le competenze della provincia, quale socio unico di Irpinia Ambiente è di epoca successiva, quindi, venendo all’argomento della proposta di realizzazione di un impianto di biomassa, argomento di scontro nella passata campagna elettorale, che non vedeva peraltro la nostra partecipazione, è necessario puntualizzare che per la sua realizzazione necessitava passare attraverso l’approvazione di una variante urbanistica. L’allora vicesindaco Giordano approvò in uno agli altri componenti della giunta in data 27/03/2014 con l’assenza degli scriventi, in ragione di incompetenza della giunta si rese necessario affidare l’argomento all’esame del consiglio comunale, occasione in cui i sottoscritti Giuseppe Del Mastro e Rosa De Sapio dimostrarono la propria assoluta contrarietà riguardo all’argomento, contrarietà manifestata sempre anche in passato dagli scriventi, soltanto in tale occasione il vicesindaco Giordano manifestò un cambiamento delle sue idee rispetto ai fatti in questione, contribuendo con noi a quel punto a far ritirare l’argomento. Ci meraviglia che l’attuale Amministrazione si affanni nel continuare una campagna elettorale già chiusa da tempo, e non osteggiata in consiglio comunale per l’assenza totale della doppia opposizione eletta. Allo stesso tempo continua il tentativo di distrarre l’attenzione dalla palesata incapacità nel dare soluzione ai tanti problemi comuni a tutte le amministrazioni, mistificando e demonizzando un passato nel quale in epoca recente ha visto anche il contributo dello stesso sindaco Giordano. In conclusione consigliamo agli attuali amministratori di darsi una veste quanto più vicina alla politica, governando al meglio ed affrontando le difficoltà senza lacrimare per vedersi poi riconoscere i frutti dell’operato che speriamo sapranno mettere in essere.

FacebooktwitterFacebooktwitter
X

Pin It on Pinterest

X