Stop alla raccolta di frazione organica in Irpinia: avviso del comune di Monteforte

FacebooktwitterFacebooktwitter

La raccolta della frazione organica non sarà più effettuata in più di cinquanta comuni irpini a seguito della chiusura dello Stir . Il comune di Monteforte Irpino lo ha reso noto tramite un comunicato pubblicato in mattinata sulla pagina facebook del primo cittadino Costantino Giordano, che rimane in continuo contatto con i vertici di Irpiniambiente per cercare una valida soluzione alternativa al problema.

Lo Stir di Pianodardine

Di seguito il contenuto del comunicato stampa.

“La società Irpiniambiente a seguito della chiusura dello Stir, rendo noto che da oggi 9 febbraio, fino a nuova comunicazione, non sarà più effettuata la raccolta della frazione organica a causa dell’impossibilità a poter conferire presso l’impianto di Pianodardine. Siamo in continuo contatto con i vertici di Irpiniambiente al fine di individuare una soluzione alternativa al problema e quindi ridurre al minimo i disagi per la cittadinanza. Per l’insorgere di questo problema, che riguarda oltre cinquanta comuni irpini, gli utenti sono invitati a non conferire rifiuti organici.
Ecco i comuni interessati: Aiello del Sabato, Atripalda, Avellino, Bagnoli Irpino, Cairano, Calabritto, Candida, Caposele, Capriglia Irpina, Cassano Irpino, Castelvetere sul Calore, Cervinara, Contrada, Forino, Grottolella, Guardia Lombardi, Lapio, Lauro, Lioni, Manocalzati, Mercogliano, Montefalcione, Monteforte Irpino, Montefredane, Montella, Montemiletto, Morra De Sanctis, Moschiano, Mugnano del Cardinale, Ospedaletto d’Alpinolo, Parolise, Pietradefusi, Pietrastornina, Pratola Serra, Quadrelle, Quindici, Salza Irpina, San Martino Valle Caudina, San Michele di Serino, San Potito Ultra, Santa Lucia di Serino, Santa Paolina, Sant’Angelo a Scala, Santo Stefano del Sole, Senerchia, Solofra, Sorbo Serpico, Summonte, Teora, Tufo, Venticano, Volturara Irpina”.

FacebooktwitterFacebooktwitter
X

Pin It on Pinterest

X